Satie: Gymnopédies, Gnossiennes e altre opere per pianoforte

0-486-25978-1

Nuovo prodotto

Erik Satie

Gymnopédies, Gnossiennes and Other Works for Piano

Maggiori dettagli

Disponibile

18,00 €

Scheda tecnica

TIPOLOGIA PRODOTTO:Prodotto editoriale
SUPPORTO PRINCIPALE:Supporto cartaceo stampato
FORMATO FISICO:Libro
EDITORE/PRODUTTORE:Dover Publications
RESPONSABILITÀ PRINCIPALI:Satie, Erik
TITOLO PRINCIPALE:Gymnopédies, Gnossiennes and Other Works for Piano
PRESENTAZIONE:Spartito
PRIMA EDIZIONE:1989
PAGINE:176
DIMENSIONI:22,9 cm x 30,5 cm
ISBN:978-0-486-25978-9
EAN:9780486259789
CODICE ORIGINALE:0-486-25978-1

Dettagli

In particolare nelle sue opere per pianoforte, Erik Satie (1866-1925) è stato un caricaturista musicale spiritoso. L'eccentrico compositore francese amava fare satira sulle regole accademiche in generale, e sui titoli impressionistici delle composizioni di Debussy in particolare, dando alle proprie opere nomi surrealistici come "Trois morceaux en forme de poire" (Tre pezzi in forma di pera) e "Embryons desséchés" (Embrioni disseccati), e annotando con indicazioni musicali altrettanto bizzarre: "Tres neuf heures du matin"(Molto nove del mattino), "corpulento" (Corpulent), e così via. Il suo spirito comico è parimenti incarnato nella sua stessa musica, come questa deliziosa raccolta di diciassette pezzi per pianoforte ampiamente dimostra. Essi sono tanto liberi, vivaci e capricciosi quanto ossessivamente melodici.

Contiene:

  • Sarabandes (1887);
  • Gymnopédies (1888);
  • Trois Gnossiennes (1890);
  • Le Fils des étoiles (1891);
  • Sonneries de la Rose+Croix (1892);
  • Prélude de la porte héroïque du ciel (1894);
  • Pièces froides (1897);
  • Poudre d'or (c. 1901);
  • Trois morceaux en forme de poire (4 mains) (1903);
  • En habit de Cheval (1911);
  • Aperçus Désagréables (1912);
  • Véritable préludes flasques (1912);
  • Descriptions automatiques (1913);
  • Embryons desséchés (1913);
  • Croquis et agaceries d'un gros bonhomme en bois (1913);
  • Chapitres tournés en tous sens (1913);
  • Vieux sequins et vieilles cuirasses (1913).


Questo volume è la più ampia raccolta di opere per pianoforte di Satie ancora pubblicata, ed è stata ristampata, su carta di alta qualità, da autorevoli edizioni originali.

Ristampa di prime edizioni pubblicate da Max Eschig, E. Demetz, e Rouart Lerolle.