Sconti! Ricci - Tucci: La capra che suona (con CD)

Ricci - Tucci: La capra che suona (con CD)

978-88-88325-01-9

Nuovo prodotto

Antonello Ricci; Roberta Tucci
La capra che suona
Immagini e suoni della musica popolare in Calabria

Con CD audio allegato

Maggiori dettagli

20,25 €

-25%

27,00 €

Scheda tecnica

TIPOLOGIA PRODOTTO:Prodotto editoriale
SUPPORTO PRINCIPALE:Supporto cartaceo stampato
FORMATO FISICO:Libro
EDITORE/PRODUTTORE:Squilibri editore
COLLANA:Sinestesie
RESPONSABILITÀ PRINCIPALI:Ricci, Antonello; Tucci, Roberta
TITOLO PRINCIPALE:La capra che suona
COMPLEMENTI DEL TITOLO (SOTTOTITOLO):Immagini e suoni della musica popolare in Calabria
PRESENTAZIONE:Libro
PRIMA EDIZIONE:2004
LINGUA ORIGINALE:italiano
PAGINE:224
ILLUSTRAZIONI:140 foto in b/n
DIMENSIONI:21 cm x 21 cm
PARTICOLARITÀ:Con CD audio allegato
ISBN:978-88-88325-01-9
EAN:9788888325019

Dettagli

In Calabria la capra che suona è la zampogna, strumento emblematico di una tradizione musicale tramandata oralmente e tuttora praticata da numerosi musicisti popolari, depositari di un patrimonio di canti e suoni eseguiti  nel ciclico avvicendarsi degli eventi. A questa tradizione che travalica l’ambito strettamente musicale per investire un sistema culturale imperniato su pratiche di vita, comportamenti sociali e forme di devozione religiosa, è dedicato il volume che passa in rassegna gli elementi costitutivi della musica popolare calabrese, dalle modalità di canto alle formazioni strumentali, e ci svela i codici formali ed espressivi di un’originalissima produzione culturale.

Forme di canto distribuite in una pluralità di stili locali, strumenti mutuati dal mondo del lavoro, derivati da oggetti di uso quotidiano, “inventati” dall’ingegno popolare o prodotti da una secolare tradizione artigianale, indicano la complessità di una tradizione musicale dotata anche di un suo specifico repertorio, basato prevalentemente su tarantella, pastorale e canzone.

Lungo un percorso di 140 fotografie e di 30 brani originali, il lettore è proiettato in mezzo a voci, suoni e volti “fermati” su nastro magnetico e su pellicola in un’appassionata ricerca sul campo, condotta dal 1977 al 1997, nel segno di prestigiose ascendenze culturali quali quelle di Diego Carpitella, maestro dei due autori, e di Roberto De Simone che firma anche l'introduzione al volume.